snalvmed.it
snalvmed.it
HOME
CHI SIAMO
NORMATIVA
STATUTO
REGOLAMENTO
CODICE ETICO
SEDI
MEDIATORI
INDENNITA'
LA MEDIAZIONE
MODULISTICA
CONVENZIONI
CONTATTI
news_home
AREA NEWS

SPESE DI MEDIAZIONE ALL'ESAME DEL MINISTERO   -   13/04/2017

di Marco Marinaro.

Soltanto se il primo incontro di mediazione si conclude con esito positivo e prima dell'inizio dello svolgimento dell'attività di mediazione l'organismo può richiedere la corresponsione delle spese di mediazione. In particolare, l'importo ridotto di tali spese (pari ad euro 40 o 50 in base al valore della lite) si applica solamente nel caso in cui durante il primo incontro sia presente la sola parte istante la quale, nonostante l'assenza della parte invitata, scelga di dare avvio alla procedura di mediazione.

Sono le indicazioni che emergono da una nota del ministero della Giustizia del 7 febbraio 2017, a firma del magistrato delegato all'ufficio per gli organismi di mediazione, resa in risposta ad un quesito formulato da un organismo di mediazione diretta a chiarire in quali casi possa essere richiesto alla parte istante in mediazione oltre alle spese di avvio anche quelle di mediazione (quantificate in misura ridotta dall'articolo 16, comma 4, lettera e, Dm 180/2010).

Nel chiarimento si ribadisce che «la possibilità di iniziare la mediazione è testualmente ancorata alla volontà di entrambe le parti» (ciò in evidente difformità da quanto ritenuto da numerose pronunce rese dai giudici sulla scia del Tribunale di Firenze per la effettività della mediazione obbligatoria) e che la ragione per cui il legislatore ha previsto che «nel caso di mancato accordo all'esito del primo incontro, nessun compenso è dovuto per l'organismo di mediazione» deriva dal fatto che non si può richiedere un compenso per una attività che sino ad allora non si è svolta e che è eventuale e successiva, potendosi esplicare soltanto se le parti intendano procedere oltre.

La nota ministeriale riepiloga quindi alcune ipotesi ricorrenti e ne specifica le regole:

1) nel caso in cui durante il primo incontro sono presenti entrambe le parti le quali dichiarano di non voler dare avvio alla procedura di mediazione, come chiarito anche dalla circolare del 27 novembre 2013, sono dovute le sole spese di avvio. Tali spese sono determinate in misura fissa, pari ad € 40,00 o ad € 80.00 a seconda del valore della controversia. Nessun compenso è, invece, dovuto all'organismo di mediazione non essendosi svolta una attività di mediazione” vera e propria;

2) nel caso in cui durante il primo incontro è presente solo la parte invitata, come chiarito nella circolare del 27 novembre 2013, nulla le potrà essere richiesto neanche le spese di avvio. Ciò in quanto queste ultime possono essere chieste solo laddove abbia luogo il “primo incontro”, il che postula la presenza anche della parte istante;

3) nel caso in cui durante il primo incontro è presente la sola parte istante che richiede il verbale di esito negativo per mancata comparizione della parte invitata sono dovute le sole spese di avvio e non anche il compenso poiché non è stata svolta alcuna attività di mediazione;

4) nel caso in cui durante il primo incontro è presente la sola parte istante la quale, nonostante l'assenza della parte invitata, sceglie di dare avvio alla procedura di mediazione sono dovute le spese di avvio e l'indennità prevista dall'art 16, comma 4, lettera e) del Dm 180/12010. In tale ipotesi, infatti, vi è una prestazione professionale del mediatore (consistente o nella formulazione di una proposta contumaciale o in un invito a ridimensionare la propria pretesa) che deve essere retribuita.



ARCHIVIO NEWS

menu footer
Via di Porta Maggiore, 9 - 00185 - Roma - Tel. 06.70492451 - Fax 06.70475320 - P.iva 11479781004 - info@snalvmed.it - snalvmed@pec.it - Policy Privacy